News

Il corso di inglese a ritmo di musica!

La Talentikacademy ha un’ospite speciale per la lezione di inglese. Luana, una musicoterapista con il pallino dell’inglese. Conosciamola meglio!

Talentika: Cosa vuol dire essere musicoterapista?
Luana: La Musicoterapia è la scienza che studia gli effetti delle vibrazioni e dei suoni sul corpo.Viene utilizzata in tantissimi ambiti sia a scopo terapeutico e riabilitativo, che semplicemente di benessere. È un linguaggio non verbale che arriva senza filtri, e ci aiuta a collegarci direttamente con noi stessi. Personalmente, trovo che il mio lavoro abbia mille sfaccettature e che poi ogni operatore debba trovare la sua preferita. Nel campo linguistico, ho scoperto essere una chiave essenziale per un buon apprendimento senza fatica.
T: Come vivi l’inglese?
L: L’inglese per me è sempre stato un sogno. Adoro i suoi suoni, le metriche e le cadenze e fin da bambina ho sempre voluto parlarlo, cantarlo e ascoltarlo. Ad oggi mi rendo conto di essere stata molto fortunata, perché parlare inglese oggi è un’abilità essenzialeHo avuto non poche difficoltà con il sistema scolastico in realtà, perché il metodo di insegnamento è, a mio parere, concentrato su una teoria che troppo poco spesso viene utilizzata è concretizzata. Una lingua per essere appresa deve venire vissuta. Nei miei corsi cerco di trovare sempre nuove attività per stimolare la curiosità e il divertimento, rendendo l’apprendimento “una normale conseguenza” di un gioco.
T: Come scegli le tematiche da trattare?
L: Le scelgo in base alle necessità dei miei allievi. Ognuno ha i suoi tempi, ed è estremamente importante seguirli per evitare di incappare in meccanismi controproducenti, oltre che ognuno ha i suoi personalissimi schemi di apprendimento. La mia priorità è seguire ogni individuo nelle sue esigenze, dandomi degli obiettivi sulla base delle capacità di ciascuno. Per questo motivo scelgo di seguire piccoli gruppi, formati da poche persone (adulti o bambini), così da poterli seguire in modo mirato.
T: Perché l’inglese è importante per i bambini? E la musica?
L: Al giorno d’oggi nel mondo del lavoro la lingua inglese è un requisito essenziale. A maggior ragione per il loro futuro, dove verranno richieste più lingue, è una abilità che dovranno già possedere. Senza contare, che facilitiamo loro il lavoro notevolmente, facendoli iniziare da così piccoli, dove il loro apprendimento è più rapido e senza barriere culturali. Imparare una lingua straniera ha inoltre numerosi vantaggi come il training cognitivo, migliorare la socializzazione e sviluppare empatia e sensibilità verso le culture straniereLa musica, invece, è tutto. Tutto quello che ci circonda è musica. Per i bambini è essenziale, dà loro modo di immaginare, capire, guardarsi ed emozionarsi. È uno specchio, ma anche un trampolino per “buttare fuori” attraverso un altro modo di comunicare, tutto quello che è dentro di loro. Giocare all’Inside/Out, per essere più sereni e consapevoli nella vita di tutti i giorni.
T: Come hai deciso di unire l’inglese è la musica?
L:Nel campo linguistico è un veicolo diretto allo sviluppo di tantissime abilità legate all’apprendimento del linguaggio, sviluppando in modo efficace e rapido ascolto, pronuncia, dialogo e lettura, coinvolgendo in maniera diretta l’individuo. È importante non sottovalutare anche l’aspetto psicologico dietro ogni percorso di apprendimento: il benessere e la relazione con il tutor devono essere le basi per una buona riuscita del progetto. La musica unisce, diverte, cura.
E noi vi aspettiamo, prossimo appuntamento sabato 15 dicembre, dalle 9 alle 13 presso i locali del ristorante Volver, all’interno del Porto Cala dé Medici a Rosignano Solvay (Li).
Posti limitati, è richiesta la prenotazione.
Per info e prenotazioni: 
cel. 3487395619
email info@talentika.it

Leave a comment