Chi siamo

Il mondo sta cambiando, a ritmi sempre più veloci. La famiglia, la scuola, il mondo del lavoro stanno evolvendo, assumendo nuove forme. Le tecnologie e le innovative prospettive che ne derivano, rendono determinante una rilettura di questi concetti per capire i cambiamenti che stanno ridisegnando il mondo come lo abbiamo sempre vissuto.

La scuola ha un ruolo centrale nella formazione e nella realizzazione dell’individuo. Responsabilità primaria della scuola è accompagnare i giovani nell’inserimento della società e del lavoro. Per farlo al meglio, oggi, è necessario che l’organizzazione dei curricoli, le materie oggetto dell’insegnamento, le competenze da sviluppare, le metodologie innovative da introdurre siano in linea con i tempi che stiamo vivendo.

L’avvento delle nuove tecnologie e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, l’avvento di un’economia sempre più condivisa, rende necessario lo sviluppo di competenze tipicamente umane, le soft skill per l’appunto. In un mondo in cui le macchine hanno sempre più importanza e spazio di azione, la figura dell’uomo è strategica. La creatività e l’empatia, due tra le principali soft skills, rendono l’uomo unico nel suo genere e bussola necessaria per indirizzare il lavoro dell’intelligenza artificiale e della tecnologia in generale. Il giovane oggi è, e lo sarà sempre di più, chiamato a prendere decisioni importanti per lui e per la società nella quale opera. Se preparato al cambiamento, dotato delle competenze giuste e di un’etica potrà realizzarsi e collaborare alla crescita del benessere proprio e della comunità in cui è inserito.

Talentika coglie lo spirito del cambiamento, proponendo un’offerta formativa volta alla realizzazione dei talenti personali, con una completa apertura all’innovazione, per bambini e ragazzi, docenti, liberi professionisti, aziende.

blur-child-close-up-256468_web

Many school systems have not evolved over time but continue to rely on traditional teaching methods suitable for the demands of the 19th-century industrial revolution or 20th-century knowledge society, but not the 21st-century reality. Knowledge retention is still at the core and testing regimes leave children (and teachers) stressed and disenfranchised

World Economic Forum